Ok
Chiudi
Aggiungi al carrello
Accedi

Ops! Verifica di aver inserito correttamente l'indirizzo email e la password.

Ops! Abbiamo bisogno del tuo indirizzo email Ops! Indirizzo email non valido
Ops! Stai dimenticando questo campo
Reimposta password

Evviva! Ti abbiamo inviato un'email. Tra non molto potrai effettuare l'accesso!

Ops! Abbiamo bisogno del tuo indirizzo email Ops! Indirizzo email non valido

Babbo Natale non ha fatto il proprio dovere?

Non sono arrivati i regali che desideravi oppure era sbagliato il colore?

La nostra garanzia di reso di 365 giorni vale anche per i regali natalizi.

Promettiamo di non dire niente a Babbo Natale.

Resi gratuiti Garanzia di reso di 365 giorni
Spedizione gratuita su ordini superiori a 29 €
i
06 9480 4997 - (giorni lavorativi 9-17)
Tutti gli accessori
Accessori per abito
Gioielli
Borse e portafogli
Risultati di ricerca per ""
Chiudi
Vedi tutti i risultati
Spedizione gratuita su ordini superiori a 29 €
i
Trendhim
×
Lingua :
Tutte le categorie
Anelli
Borse
Bracciali
Bretelle
Cappelli
Cinture
Collane
Cravatte
Cura della barba
Fazzoletti da taschino (pochette)
Fermacravatta
Gemelli Camicia
Guanti
Occhiali da sole
Orecchini
Orologi
Papillon
Portafogli
Rasatura
Sciarpe
Spille da giacca
06 9480 4997
Giorni lavorativi 9-17
Risultati di ricerca per ""
Vedi tutti i risultati

Il fazzoletto da taschino - Una guida completa e accurata

Imparerai tutto quello che c'è da sapere sui fazzoletti da taschino. Dalla scelta del tessuto e del colore fino alla selezione più adatta per eventi e occasioni speciali. Tutto in soli 20 minuti.

Il fazzoletto da taschino può fare la differenza nel tuo modo di vestire. Chiunque è in grado di usarlo, ma pochi sanno come indossarlo al meglio per esaltare e completare il resto del look, facendo affidamento su uno stile distintivo.

Cos'è esattamente un fazzoletto da taschino? Il fazzoletto da taschino è un accessorio decorativo in tessuto da riporre nella tasca della giacca o del blazer per aggiungere un tocco distintivo al tuo look.

Questa guida ti fornirà tutte le informazioni necessarie per esaltare al massimo quella particolare zona della giacca, sfoggiando con personalità il tuo fazzoletto da taschino a prescindere dall'occasione.

Qual è la differenza tra un fazzoletto da taschino e un normale fazzoletto?

Tanto per cominciare, un normale fazzoletto NON è un fazzoletto da taschino, anche se un modello pulito, ordinato e realizzato con cotone di qualità può rappresentare un sostituto in casi di emergenza.

Nella foto Fermacravatta dorato corto, Cravatta floreale blu & Spilla fiore blu

Il fazzoletto da taschino ha uno scopo puramente decorativo senza particolari finalità pratiche, se non quella di rendere il tuo look impeccabile. Il normale fazzoletto è invece pensato per soffiarsi il naso, asciugare il sudore, essere offerto a una donzella in difficoltà o utilizzato in un'improvvisata corrida. In parole povere uno rappresenta lo stile, l'altro la praticità.

Generalmente ci sono alcune differenze sostanziali che contribuiscono a mantenere classe e distinzione.

Fazzoletto da taschino

  1. Realizzato in diversi tipi di tessuto come cotone, seta o lino
  2. Da indossare inderogabilmente nel taschino della giacca
  3. Un'indiscutibile funzione decorativa: non adatto per pulire o spolverare
  4. La seta e il lino richiedono un lavaggio a secco e si macchiano facilmente
  5. L'unico utilizzo pratico previsto per un fazzoletto da taschino in seta è quello di pulire le lenti degli occhiali
  6. Di dimensioni più piccole rispetto ai normali fazzoletti

Normale fazzoletto

  1. Realizzato in cotone
  2. Può essere messo in qualsiasi tasca
  3. Più grande di un fazzoletto da taschino, che invece non crea rigonfiamenti in tasca
  4. Ha una funzione pratica e può essere utilizzato grosso modo per qualsiasi cosa: soffiarsi il naso, asciugarsi il sudore dalla fronte o improvvisare una mini corrida

In parole povere uno rappresenta lo stile, l'altro la praticità.

Vuoi scoprire 52 modi di piegare un fazzoletto da taschino?

Ti invieremo immediatamente 52 modi creativi di piegare il tuo nuovo fazzoletto da taschino. Registrati qui sotto.

Ops! Abbiamo bisogno del tuo indirizzo email Ops! Indirizzo email non valido
Perfetto! Ti invieremo una notifica.
o
Perfetto! Ti invieremo una notifica.

Basi della teoria dei colori

Se vuoi che il tuo outfit risulti impeccabile, i colori devono abbinarsi alla perfezione.

Questo vale per il tuo fazzoletto da taschino, per il colore della pelle e dei capelli, così come per ogni capo di abbigliamento. Non dimenticare che l'obiettivo primario del vestirsi bene è quello di risaltare i dettagli del viso, e un fazzoletto da taschino può rappresentare un modo davvero elegante per farlo.

Il fazzoletto da taschino non deve avere un ruolo predominante, ma deve fungere da accompagnatore discreto e raffinato in grado di esaltare al meglio le tue caratteristiche fisiche senza soffocarle. Il segreto è utilizzare capi d'abbigliamento non troppo vistosi.

Crea il tuo cerchio cromatico

Adesso che abbiamo chiarito il concetto, torniamo per una attimo alle scuole elementari.

Il modo più semplice per coordinare e abbinare i colori è ricorrere al cerchio cromatico, composto da colori primari, secondari e terziari, detti tonalità.

  • Colori primari: rosso, blu, giallo. Si tratta di colori fondamentali che non possono essere ottenuti dalla mescolanza di nessun altro colore. La loro tonalità è accesa e vengono solitamente utilizzati per attirare l'attenzione o per risaltare fantasie e motivi che contrastano alla perfezione con sfondi più scuri.
  • Colori secondari: verde, viola, arancione. Si tratta di colori che possono essere ottenuti mescolando tra loro due colori primari in uguali quantità. Nel cerchio cromatico sono posizionati esattamente dalla parte opposta rispetto ai colori primari per creare il massimo contrasto. Questi colori vengono chiamati complementari, e sono utilizzati per catturare l'attenzione di chi guarda.
  • Colori terziari: Vermiglio (rosso aranciato), Ambra (giallo aranciato), Chartreuse (verde giallognolo), Color foglia di tè (blu verdastro), Violetto (viola bluastro), Magenta (rosso violaceo). Questi sei colori si ottengono dalla mescolanza di colori primari in diverse proporzioni.

I colori terziari dovrebbero essere intesi come tonalità a sé stanti anziché semplici tonalità derivanti dai colori primari. Come tali, dispongono del proprio complementare dal lato opposto del cerchio cromatico.
Mescolando questi colori, se ne ottengono altri 12 diversi, che andranno a formare il nostro cerchio cromatico. Proseguendo potrai trovare una spiegazione delle combinazioni di colori e del loro utilizzo nell'ambito dei fazzoletti da taschino.

Il tuo cerchio cromatico interattivo

MonocromaticoAncora senza grandi rischi
AnalogoInizia a diventare avventuroso
TriadicoAudace eleganza
ComplementareSpavaldo

Schemi di colore

Gli schemi di colore sono combinazioni di colori ottenute dal cerchio cromatico. Per migliorare e padroneggiare il tuo stile, è necessaria una conoscenza base di questi concetti. Fai pratica con la tavola dei colori interattiva qui sopra per vedere i vari abbinamenti possibili. Come regola generale, più i colori sono esterni sul cerchio, più sono difficili da abbinare al tuo outfit.

Come regola generale, più i colori sono esterni sul cerchio, più sono difficili da abbinare al tuo outfit.

  • Schema di colori neutro: bianco, nero o una miscela dei due.
  • Schema di colori monocromatico: una singola tonalità.
  • Schema di colori adiacente: formato da colori direttamente adiacenti sul cerchio cromatico, ti consente di creare un outfit quasi monocromatico con un sottile contrasto
  • Schema di colori complementari: come detto, si tratta di colori che occupano posizioni diametralmente opposte sul cerchio cromatico, e contribuiscono a creare un effetto luminoso e audace. Questi colori permettono di avere un livello di contrasto più alto e di attirare quindi maggiormente l'attenzione.
  • Schema di colori triadici: formato da 3 colori equidistanti sul cerchio cromatico, questo schema di colori dona un tocco di armonia e pulizia al tuo outfit, generando un livello di contrasto inferiore rispetto ai colori complementari.

Abbiamo accennato che il colore dell'abito dovrebbe abbinarsi anche al tipo di carnagione per ottenere il massimo risultato.

Nella foto Cravatta color crema con motivo floreale, Spilla argento 925s con teschio , Fazzoletto da taschino in lana verde scuro , Cintura in pelle castano chiaro & Anello 925s dorato sigillo classico

In questo caso, l'alto grado di contrasto fornito dai colori complementari presenti nella cravatta e nel fazzoletto da taschino, si abbina alla perfezione con la pelle chiara e i capelli scuri del modello.

Così per esempio, gli uomini con carnagioni ad alto contrasto (con pelle chiara e capelli scuri), tendono ad avere un aspetto migliore con colori altrettanto contrastanti come quelli complementari o quelli vicini ad essi.

Gli uomini con carnagioni a basso contrasto (con pelle chiara e capelli chiari, o pelle scura e capelli scuri), avranno un aspetto migliore con abiti altrettanto a basso contrasto, come quelli monocromatici, adiacenti o triadici.

Padroneggiare i 6 livelli di colore per i fazzoletti da taschino

Livello 1: Il classico fazzoletto da taschino bianco. Si abbina con tutto e ha sempre un aspetto impeccabile.

Livello 2: Colori neutri - pensa alle varie sfumature di grigio, marrone e bianco. Con una cravatta neutra, il fazzoletto da taschino può assumere uno qualsiasi di questi colori in base al tipo di giacca.

Livello 3: Schemi monocromatici - Abbina diverse tonalità dello stesso colore per ottenere un contrasto semplice e discreto (ad esempio marrone chiaro con beige).

Livello 4: Utilizza schemi di colori adiacenti per donare al tuo outfit un tocco distintivo (ad esempio giallo, ambra e arancione). Abbina due o più tonalità calde o fredde per ottenere un contrasto armonioso.

Livello 5: Uno schema di colori triadici bilancia tonalità calde e fredde per aggiungere un tocco di carattere e personalità, mantenendo comunque un minore impatto rispetto ai colori complementari.

Livello 6: Si inizia a fare sul serio. Sei finalmente pronto per utilizzare i colori complementari, quelli più audaci. Un'ottima scelta potrebbe essere quella di abbinare un fazzoletto da taschino arancione con una giacca blu navy o giocare il tutto per tutto combinando un accessorio verde con un blazer rosso per lasciare davvero il segno.

Scegliere il tessuto giusto per il tuo fazzoletto da taschino

Quando si parla di fazzoletti da taschino, il tessuto ricopre un aspetto fondamentale. Le tre opzioni principali sono la seta, il cotone e il lino, anche se è possibile trovare modelli in lana e poliestere.

Ogni tessuto ha le proprie caratteristiche, ma quello che più conta è la consistenza. Proprio come per le fantasie e i motivi, l'obiettivo è quello di ottenere una sorta di contrasto calcolato quando si sceglie il tipo di tessuto più adatto al tuo outfit. Si cerca sempre di coordinare ogni accessorio del proprio abbigliamento per ottenere un look perfetto, anche se a volte capita che i vari capi abbiano bisogno di stare separati.

Nella foto Fermacravatta corto color rosa, Fazzoletto da taschino blu in seta con fantasia barocca, Cravatta con fantasia marrone & Spilla floreale rosa con design creativo

In questo caso il fazzoletto da taschino in seta liscia si abbina alla perfezione con la trama ruvida della cravatta in lana per un contrasto impeccabile.

Ricapitolando: se indossi una cravatta liscia, scegli un fazzoletto da taschino in cotone o lana dalla consistenza più ruvida. Se al contrario la cravatta ha una trama più accentuata, scegli un bel fazzoletto da taschino in seta. La stessa cosa vale per giacche e camicie.

Materiali per fazzoletti da taschino - Pro e contro

Di seguito puoi trovare i tessuti più usati per la realizzazione dei fazzoletti da taschino, con i rispettivi vantaggi e svantaggi.

Fazzoletto da taschino in seta

  • Pro: facile da inserire
  • Pro: liscio, lussuoso, scintillante
  • Pro: contrasta alla perfezione con abiti o giacche in lana
  • Pro: il materiale più usato per i fazzoletti da taschino
  • Pro: versatile, adatto a tutte le occasioni
  • Pro: i morbidi bordi lo rendono perfetto per pieghe non strutturate
  • Pro: di solito ultra sottile, non crea rigonfiamenti in tasca
  • Contro: costoso
  • Contro: non adatto a pieghe strutturate
  • Contro: si danneggia con sudore e candeggina
  • Contro: manutenzione non semplice: solo lavaggio a secco
  • Contro: veloce da piegare, difficile da stirare
  • Contro: poco resistente alle abrasioni
  • Contro: si rovina facilmente se bagnato

Fazzoletto da taschino in cotone

  • Pro: più economico della seta
  • Pro: facile da stirare
  • Pro: facile da inserire
  • Pro: lavabile in lavatrice
  • Pro: i bordi rigidi consentono pieghe strutturate
  • Pro: robusto, durevole e resistente alle abrasioni
  • Pro: si fonde perfettamente con camicia e giacca, accentuando la cravatta
  • Contro: può restringersi con lavaggi in acqua calda
  • Contro: ha bisogno di essere stirato spesso
  • Contro: rischio di muffa quando è umido
  • Contro: può sbiadirsi con il passare del tempo

Fazzoletto da taschino in lino

  • Pro: estremamente versatile
  • Pro: i bordi rigidi consentono pieghe strutturate
  • Pro: il tessuto elastico permette anche pieghe non strutturate
  • Pro: aggiunge un'attraente variazione strutturale a quasi tutte le giacche
  • Contro: tende ad essere più costoso del cotone
  • Contro: si rovina se lavato in acqua dura (alto contenuto minerale)
  • Contro: può essere lavato in lavatrice, ma i detersivi e i prodotti chimici possono danneggiarlo
  • Contro: ha bisogno di essere stirato spesso

Fazzoletto da taschino in lana

  • Pro: adatto per i mesi invernali
  • Pro: trama originale e interessante per fazzoletti da taschino
  • Pro: scelta ampia tra diversi tipi di lana
  • Pro: lana di Alpaca – setosa e leggera
  • Pro: lana d'angora – molto morbida con ottime proprietà termiche
  • Pro: cashmere – delicato e lussuoso
  • Pro: lana di cammello – nota per il caratteristico colore marrone dorato, ha una consistenza morbida e una discreta lucentezza
  • Contro: grande variazione di prezzo a seconda del tipo di lana
  • Contro: difficile da lavare e curare
  • Contro: a rischio tarme o acari se tenuto a lungo nell'armadio
  • Contro: tende a restringersi significativamente con calore e umidità
  • Contro: pulitura a secco consentita solo con detersivi delicati
  • Contro: il tessuto spesso può creare rigonfiamenti in tasca

Fazzoletto da taschino in poliestere -Pro: molto economico -Pro: leggero -Pro: rapido da asciugare -Pro: tessuto resistente -Pro: non crea grinze -Pro: facile da conservare, a basso rischio muffa -Pro: mantiene la forma e la dimensione nel tempo -Contro: può avere riflessi di luce artificiale -Contro: difficile rimuovere le macchie

I bordi nel fazzoletto da taschino

I bordi del fazzoletto da taschino rappresentano l'aspetto che più differenzia tra loro i vari modelli, sia in termini di tessuto che in termini di qualità.

A seconda della piega, il bordo è solitamente la parte più visibile del tuo fazzoletto, e una scarsa qualità può portare a sfilacciamenti che lo renderebbero inutilizzabile.

Esiste una differenza sostanziale tra i vari tipi di bordo, a seconda della scelta del tessuto. I fazzoletti da taschino in seta risultano morbidi e elastici, perfetti per pieghe creative e non strutturate.

Viceversa, i modelli realizzati in lino e in cotone tendono ad avere bordi più rigidi, rendendoli adatti a pieghe più strutturate.

A prescindere dal tessuto scelto, ci sono alcuni aspetti che è necessario conoscere sulla qualità dei bordi per evitare che alla seconda uscita il fazzoletto sia già sfilacciato.

La stragrande maggioranza dei fazzoletti da taschino dei marchi più noti viene cucita a macchina con diverse varietà di bordi e si adatta alle esigenze di una gran parte del pubblico. Chi invece è alla ricerca di una maggiore qualità, può scegliere i modelli fatti a mano.

Di seguito una panoramica dei vari tipi di bordi e cuciture.

Fazzoletti da taschino con bordi fatti a mano

I fazzoletti da taschino di migliore qualità sono caratterizzati da bordi arrotolati a mano in una forma stretta e cilindrica con 5 o 6 cuciture fatte a mano distanziate di circa 2,5 centimetri.

Trattandosi di un lavoro fatto a mano, i bordi possono risultare leggermente irregolari, garantendo una finitura unica e originale.Tale cura per i dettagli ha ovviamente un costo, e in base alla tua disponibilità economica potrai scegliere quale modello fa più al caso tuo.

Imitazione dei bordi fatti a mano

Cucito a macchina, questo bordo risulta più diritto rispetto a quello arrotolato a mano, ma la cucitura è più visibile e gira intorno al bordo.

I bordi paralleli

Questo tipo di bordo è più piatto e caratterizzato da una singola linea di cuciture anch'esse realizzate a macchina.

I bordi a forma di Z

Questo tipo di bordo è realizzato a macchina e proprio come quello parallelo risulta piatto ma con cuciture ondeggianti.

I bordi ricamati

I bordi ricamati sono anch'essi realizzati a macchina, ma dotati di una forma a spirale stretta e aderente che aggiunge una certa rigidità al tuo fazzoletto da taschino, rendendolo più adatto a pieghe strutturate con 2 o più punti.

Conclusioni sui bordi

Concludiamo con un semplice avvertimento sulla qualità dei fazzoletti da taschino. Soprattutto tra i modelli in poliestere, è molto comune trovare angoli trasandati con cuciture irregolari e poco resistenti che alla fine dei giochi non valgono il prezzo di acquisto.

Che dimensioni deve avere il mio fazzoletto da taschino?

Le dimensioni del tuo fazzoletto da taschino dipenderanno dal tipo di giacca e dal materiale che sceglierai. Ecco alcune cose da tenere a mente.

  • Le dimensioni dei fazzoletti da taschino variano da 25 a 45 cm.
  • La dimensione ideale prevede che il fazzoletto sia metà nel taschino e metà fuori.
  • I marchi americani e inglesi tendono a realizzare fazzoletti più grandi per tasche foderate.
  • I marchi italiani al contrario tendono a realizzare fazzoletti più piccoli per tasche meno profonde.
  • I modelli realizzati con tessuti più spessi come il lino, il cotone e la lana devono essere più piccoli, mentre quelli realizzati con tessuti più sottili come la seta risulteranno di dimensioni maggiori.
  • Se troppo piccolo (soprattutto per i modelli in seta) la piega perde la sua forma. Un perfetto fazzoletto da taschino dovrebbe avere una dimensione non inferiore ai 25 centimetri.
  • Confronta le dimensioni del fazzoletto da taschino (lunghezza e larghezza) e la tasca della giacca per capire se sono compatibili
  • Verifica il peso del fazzoletto per capire se può andare bene.

Come indossare un fazzoletto da taschino

Adesso che conosci le nozioni di base per ottimizzare il tuo stile generale, è necessario capire come indossare un fazzoletto da taschino.

Sono da considerare 2 aspetti principali quando si indossa un fazzoletto da taschino:

  1. Scegliere quello giusto per noi, e qui la sezione appena descritta ci viene senz'altro in aiuto.
  2. Scegliere la corretta piega da combinare con il tuo outfit (ci torneremo sopra in seguito).

Ora che conosci tutto quello che c'è da sapere (hai letto la prima sezione, vero?), ecco alcuni suggerimenti su come scegliere il giusto fazzoletto da taschino e una panoramica sul tipo di pieghe più importanti.

Scegliere il giusto fazzoletto da taschino

  • Lo sbaglio più grande in fatto di abbigliamento è quello di avere un look TROPPO perfetto e coordinato. Apparirà come una cosa forzata che finirà per compromettere il tuo stile. Questo vale sia per i fazzoletti da taschino che per tutto il resto.
  • L'outfit deve funzionare nel suo complesso, ma ogni pezzo dovrà avere la giusta dose di contrasto per completarsi con il resto, senza risultare troppo stucchevole.
  • Scegli la piega del fazzoletto in base al tuo umore per un impatto extra
  • Limita il numero di accessori "vistosi". Un fazzoletto da taschino luminoso e con fantasia audace risulterà eccessivo se abbinato a una cravatta altrettanto "spinta", viceversa si integrerà alla perfezione con una più semplice cravatta in tinta unita.
  • Al di là dei colori e delle fantasie, scegli il tessuto più adatto alle tue esigenze. Seta e cotone sono i più versatili, e garantistico un look sempre impeccabile.
  • Controlla le tonalità di colore presenti nel tuo guardaroba attuale e inizia a pensare a cosa potresti abbinarci. Più sei comodo e a tuo agio, più potrai sbizzarrirti a combinare colori, motivi e materiali.
  • I modelli a tinta unita rappresentano sempre l'opzione più sicura, specialmente per abiti formali o lavorativi. Più il colore è scuro, più risulterà formale. L'unica eccezione è il bianco che fa sempre la sua figura.
  • Le stampe rendono il tuo fazzoletto da taschino meno formale. Più la stampa è stravagante, meno serio sarà il fazzoletto.
  • Non più di 3 fantasie nel tuo outfit
  • Coordina i colori con altri accessori ( ad esempio tonalità calde con scarpe marroni).
  • Non mostrare mai le etichette o il logo del marchio

Come piegare un fazzoletto da taschino

Di seguito puoi trovare alcuni dei metodi più popolari per piegare il tuo fazzoletto da taschino. Se non dovessero essere sufficienti, consulta:
50 modi di piegare un fazzoletto da taschino su Trendhim

Piega presidenziale

Piega a una punta

Piega a corona

50 modi di piegare un fazzoletto da taschino

Non esistono regole specifiche sul modo di piegare la tua pochette, tutto viene lasciato alla fantasia e al gusto personale al di là di alcuni suggerimenti che possiamo proporre. Nel caso i consigli sopra elencati non facciano al caso tuo e cerchi un'ulteriore fonte di ispirazione, abbiamo realizzato una raccolta completa sulle pieghe dei fazzoletti da taschino:

50 modi di piegare un fazzoletto da taschino su Trendhim

Ispirazione

Per una piccola fonte di ispirazione, consulta gli utilizzi proposti nei nostri look settimanali.

Vestirsi per l'occasione - Stili differenti

Fino a questo momento ti abbiamo fornito una panoramica su convenzioni, colori, tessuti e modi di far interagire tra loro questi elementi. Tenendo a mente quanto detto, ecco alcuni esempi di vita sociale con tanto di suggerimenti e consigli per un successo garantito.

Fazzoletti da taschino per matrimoni

  • Tessuti: Seta, velluto, cachemire, lana, tweed, cotone e lino in caso di un matrimonio in spiaggia o dal tono più "rilassato".
  • Accessorio per il collo: Sempre - Cravatta o Papillon
  • Colori: Dipende dal momento in cui si svolge il matrimonio. Un ricevimento serale tende ad essere più formale e richiede qualcosa di scuro, una cerimonia di giorno richiederà tonalità neutre-luminose e colori pastello.
  • Regole: Rispetta il dress code della cerimonia, evitando di entrare in competizione con la sposa o lo sposo - un matrimonio meno formale richiederà a sua volta un tipo di abbigliamento meno impegnativo. L'opzione smoking è prevista solo se il codice di abbigliamento lo permette. No ai look monocromatici.
  • Tipi di pieghe: A una punta, A sbuffo, Presidenziale

Fazzoletti da taschino per uomini d'affari

  • Tessuti: Cotone, lino, tweed e lana (anche in base alle condizioni climatiche)
  • Accessorio per il collo: Cravatta
  • Colori: Qualsiasi tonalità scura - Blu navy, bordeaux, verde, arancio bruciato. Per il fazzoletto da taschino c'è anche l'opzione bianco.
  • Regole: Generalmente è consigliabile mantenere uno stile semplice e misurato, specialmente in posti di lavoro più conservatori. Se fai un lavoro creativo, puoi allentare un po' la corda.
  • Tipi di pieghe: A una punta, A due punte, Corona a tre punte, Cagney, A doppio sbuffo "alato" o Presidenziale. Puoi anche provare a combinare due pieghe complementari.

Fazzoletti da taschino per il pranzo domenicale

  • Tessuti: Lino, cotone, tweed, seta - ma solo per la pochette
  • Accessorio per il collo: Nessuno! Lascia aperti i primi due bottoni della camicia di cotone, scegli una giacca con una trama a contrasto e magari abbina un girocollo sotto.
  • Colori: Hai carta libera. Puoi usare tutto quello che ti piace, a patto che l'abbinamento sia armonioso.
  • Regole: Mantieni uno stile casual, magari con pantaloni in chino o lino per andare sul sicuro. Un look più semplice perché non dovrai preoccuparti del contrasto con la cravatta. Utilizza il fazzoletto da taschino per risaltare il colore dalla camicia e/o giacca.
  • Tipi di pieghe: In questo caso puoi sbizzarrirti e dare sfogo alla tua fantasia sperimentando pieghe stravaganti - A ventaglio, A uccello del paradiso, A giglio, Con rosa a spirale or A doppia rosa

Conservare i fazzoletti da taschino

Quando la tua collezione di fazzoletti da taschino inizierà a crescere, dovrai trovare il modo migliore per conservarla, affinché i tuoi preziosi accessori siano protetti e facili da trovare.

Fortunatamente le nostre pochette sono generalmente realizzate con tessuti piuttosto resistenti: seta, cotone o poliestere. Questo ti permette di conservarli anche per lunghi periodi di tempo senza doverti preoccupare di insetti o tarme, come invece succede per la lana.

A prescindere dal materiale, la preoccupazione maggiore deriva dalla muffa che può formarsi su fazzoletti da taschino umidi non facilmente asciugabili. Può capitare di imbattersi in una giornata di pioggia o versare un po' di acqua a tavola, ma tieni bene a mente che se riponi un fazzoletto umido nell'armadio anche gli altri saranno a rischio muffa. La cosa fondamentale da ricordare per combattere il fenomeno della muffa è evitare di conservare i fazzoletti da taschino in contenitori di plastica, visto che si tratta di contenitori ermetici e non traspiranti.

Conserva i tuoi fazzoletti da taschino come se dovessi indossarli. Se decidi di optare per pieghe lineari, ricorda di mantenerle sempre ordinate e ben stirate per evitare che si sgualciscano, se invece scegli una piega a sbuffo puoi sorvolare sull'ordine ma evita di accartocciarlo per non creare grinze. Un'altra opzione prevede di riporre i fazzoletti distesi uno sull'altro anche se questa modalità si adatta solo a collezioni più piccole.

Allora qual è il modo corretto di conservarli?

Ecco una varietà di opzioni:

Opzione 1 - Contenitori in legno

Conservare i propri fazzoletti da taschino in un contenitore in legno è di di gran lunga la scelta più elegante, ma anche la più ingombrante e costosa. A differenza di quelli realizzati in plastica, i contenitori in legno non sono ermetici e consentono così ai fazzoletti di asciugarsi nel caso fossero leggermente bagnati.

Una scelta ottimale per uomini con un grande guardaroba o uno spazio dedicato per mettere in mostra il cofanetto. I contenitori da gioielli risultano particolarmente utili perché dotati di scomparti separati che consentono di organizzare i fazzoletti da taschino per colore, fantasia, tessuto o in qualunque altro modo uno desideri.

Per la nostra collezione abbiamo deciso di utilizzare vecchie scatole da sigari o raffinate scatole in legno di cedro o quercia. Non solo offrono un look accattivante, ma aggiungeranno anche una tonalità di colori caldi per un tocco extra.

Opzione 2 - Nel cassetto dei calzini

Simile all'utilizzo di una scatola in legno, questo metodo ti permette di riservare una parte del cassetto dei calzini per ospitare i tuoi fazzoletti da taschino.

Certo, tutto dipende dallo spazio che hai a disposizione nel cassetto, ma se riesci a piegare i fazzoletti in modo ordinato non dovresti avere grossi problemi.

Opzione 3 - Nelle tue giacche

Una soluzione pratica e più minimalista è quella di conservare i fazzoletti nel taschino delle tue giacche mentre sono nell'armadio. Questo ti permette di essere già pronto una volta che dovrai indossare la giacca, senza la necessità di dover sistemare la pochette.

Una soluzione perfetta anche per viaggiare, quando hai una giacca in borsa.

Se non possiedi abbastanza giacche per tutti i tuoi fazzoletti, utilizza anche la tasca interna per massimizzare lo spazio.

Opzione 4 - In una scatola di fazzoletti vuota

Una soluzione forse meno elegante ma terribilmente pratica è quella di usare una scatola di fazzoletti vuota per conservare i tuoi fazzoletti da taschino. Particolarmente indicata per pieghe a sbuffo che non richiedono troppa attenzione e manutenzione.

Storia dei fazzoletti da taschino

Da semplice fazzoletto a simbolo della moda sartoriale, il dibattito sull'origine del fazzoletto da taschino è sempre stato acceso come in una tribuna politica.

Ecco i punti principali da conoscere:

  • Alcuni storici ne fanno risalire l'invenzione fino all'antica Grecia. Pare che i cittadini benestanti usassero un panno profumato per combattere i cattivi odori. Molto più tardi, anche i nobili inglesi e francesi seguirono la stessa moda, indossando un stoffa profumata e ornata con attraenti ricami.
  • Altri sostengono che l'origine di tale accessorio sia da attribuire ai Funzionari della Chiesa cattolica che indossavano dei fazzoletti bianchi sul braccio sinistro per mostrare la loro devozione a Dio.
  • I cortigiani del re britannico Riccardo II, rivendicano l'invenzione del fazzoletto. Da quel momento sarebbe diventato il fazzoletto da taschino come lo conosciamo oggi, visto che gli uomini iniziarono a indossarlo nelle loro tasche.

A prescindere da quale sia la verità sull'origine esatta, molti sono concordi nell'indicare il quindicesimo secolo come periodo di massima diffusione di questo accessorio, durante il quale comparve rapidamente in ogni forma, dimensione e materiale. I modelli migliori, spesso ricamati con seta e pizzo, sono stati tramandati come cimeli di famiglia.

Nel diciottesimo secolo, il re di Francia Luigi XVI portò un certo ordine nel caos che regnava nel mondo dei fazzoletti da taschino: sotto la rigorosa guida della moglie Maria Antonietta, stabilì che il formato standard da utilizzare doveva essere pari a 16 pollici o 40 centimetri.

Domande e risposte

Come faccio a non far affondare il fazzoletto dentro al taschino?

I fazzoletti da taschino tendono spesso a calare all'interno della tasca, risultando un po' fastidiosi. Ecco alcuni semplici accorgimenti per mantenere la tua pochette sempre ordinata ed elegante per tutto il giorno.

In primo luogo, se stai utilizzando una piega standard puoi semplicemente allungare la parte finale del fazzoletto. Forma un lungo rettangolo e poi piegalo alla lunghezza desiderata in modo che sporga della giusta misura. Se continua a scivolare all'interno della tasca, basta allungarlo leggermente per farlo restare sempre visibile.

In secondo luogo, assicurati che la tua pochette sia sufficientemente larga. Questo vale per tutti i tipi di pieghe e permette al fazzoletto di esercitare un maggiore attrito all'interno della tasca e quindi di restare comodamente in posizione.

In terzo luogo, se scegli di utilizzare una piega rettangolare strutturata come quella Presidenziale, puoi inserire un pezzo di carta all'interno del fazzoletto per mantenerlo rigido e sagomato.

Infine, è possibile utilizzare un supporto specifico per fazzoletti da taschino. Si tratta di piccoli inserti con il compito di stringere il fazzoletto e tenerlo sempre in posizione.

Cosa devo fare se il taschino della giacca è cucito?

La maggior parte delle giacche, sia fatte su misura che standard, ha il taschino cucito. Si tratta di un accorgimento adottato in fase di produzione per mantenere sempre la forma della giacca e viene lasciato inalterato anche al momento del trasporto.

Si è a lungo discusso sul rimuovere o meno questa cucitura. Se si decide di lasciarla, avremo il vantaggio di mantenere sempre una forma ottimale della giacca, con lo svantaggio però di non avere tasche disponibili.

Il problema non si pone se si desidera indossare un fazzoletto da taschino. Per fare questa operazione, utilizza un coltello o un paio di forbici per tagliare uno dei punti, e poi sfila delicatamente il filo. Fai MOLTA attenzione a non tagliare il tessuto della giacca, scegliendo un momento appropriato magari non dopo una serata passata in discoteca.

Qualunque cosa tu faccia, evita di strappare la tasca perché potresti danneggiare il tessuto della giacca in modo permanente.

Per i più precisi, lo strumento ideale sarebbe un uncino da sarti, specificamente progettato per rimuovere la cucitura senza danneggiare il materiale della giacca.

Posso indossare un fazzoletto da taschino senza cravatta?

Certo. Negli ultimi tempi si tratta anzi di una scelta piuttosto comune.

Se indossare una cravatta fornisce sempre un look formale, un fazzoletto da taschino abbinato a blazer, jeans o pantaloni di chino aggiunge un tocco di eleganza più casual, adatto specialmente per i periodi estivi.

Quanto può durare un fazzoletto da taschino?

La durata del fazzoletto da taschino dipende molto dal modo in cui lo tratti. La cosa sicuramente più sbagliata è utilizzarlo come un semplice fazzoletto per pulire o spolverare, perché finirebbe per rovinare all'istante i modelli in seta e macchiare con molta probabilità quelli in cotone rendendoli inutilizzabili.

Un altro nemico giurato per i fazzoletti da taschino è sicuramente la muffa che può formarsi in seguito a un'errata conservazione. A riguardo puoi consultare la sezione 'Conservare i fazzoletti da taschino' per scoprire come evitarla.

Esistono materiali più indicati per certi tipi di pieghe o sbuffi? Per esempio la seta per lo sbuffo e il lino per le pieghe?

Sì.

Mentre il cotone e il lino mantengono un bell'aspetto con ogni tipo di piega, la seta non rimane abbastanza rigida ed è più indicata per pieghe non strutturate.

Quali materiali stanno meglio insieme?

Come regola generale, più il materiale è sottile, più risulta formale.

Quando si abbina un fazzoletto da taschino alla giacca, è buona norma mettere a contrasto un tessuto ruvido con uno più liscio. Pensa a una giacca con ordito ad alta densità con un fazzoletto in cotone, o un fazzoletto da taschino in seta con un blazer in cotone ruvido.

Ci sono situazioni in cui posso mischiare le fantasie?

Se sei agli inizi, limitati ad una sola fantasia per il momento.

Quando sarai più pratico, potrai provare a mescolare 2 o 3 fantasie, anche se abbinarne 3 non è proprio un gioco da ragazzi. Per cominciare puoi variare il motivo del fazzoletto da taschino, della camicia o della cravatta.

Il trucco è proporre le fantasie in formati differenti.

Puoi continuare abbinando colori e modelli simili (a patto che il risultato non sia troppo perfetto e innaturale). L'unica regola fondamentale quando si parla di abbinare motivi e fantasie è quella di variare la scala. Se indossi un raffinato fazzoletto da taschino a pois, evita di abbinarlo con cravatte a righe sottili, ma scegli dei modelli con righe più spesse.

Abbinare fantasie con formati simili farà apparire il tuo look stucchevole e non armonioso.

Esistente un look che si adatta a tutti?

Puoi andare sempre sul sicuro scegliendo un fazzoletto da taschino in lino bianco, un blazer blu scuro e una raffinata camicia bianca.

Quali sono i migliori posti dove acquistare fazzoletti da taschino?

Quando si acquista un fazzoletto da taschino, non bisogna concentrarsi solo sull'accessorio in sé, ma capire come appare quando viene indossato.

A seconda delle tue preferenze, puoi scegliere di recarti in un negozio fisico dove provare direttamente il fazzoletto da taschino, o effettuare un acquisto online da un rivenditore affidabile, facendo attenzione alla qualità e allo stile descritto nelle immagini.

Quale fazzoletto da taschino non dovrebbe mai mancare in un guardaroba maschile?

Il fazzoletto da taschino base che tutti gli uomini dovrebbero indossare è quello in lino bianco. La maggior parte degli uomini che indossano regolarmente un abito, ne possiede almeno 5 per poterli alternare e averne sempre uno pronto all'uso.

Puoi indossarlo praticamente con ogni tipo di piega per dare un tocco di eleganza al tuo outfit. Un accessorio versatile da usare in ogni occasione.

Posso indossare un fazzoletto da taschino con un abito a tre pezzi o è una soluzione eccessiva?

Tutto è ammesso nella moda, la cosa importante è ricordarsi di avere un look sempre naturale e mai pesante e stucchevole. Lo stile deve apparire come una cosa ottenuta con il minimo sforzo.

Un abito a tre pezzi è già di per sé una dichiarazione di stile, quindi fai attenzione a non ottenere un look troppo "studiato" aggiungendo anche il fazzoletto da taschino.

Detto questo, se riesci a costruire un abbinamento sobrio e discreto, potresti davvero lasciare il tuo segno distintivo con un outfit del genere.

Qual è il miglior fazzoletto da taschino per uno sposo?

Tutto dipende dal tipo di matrimonio e dal contesto in cui ci troviamo.

Supponendo di avere un matrimonio classico, un fazzoletto da taschino bianco in pura seta potrebbe rappresentare il giusto compromesso tra stile e tradizione.

Posso indossare un fazzoletto da taschino con un cappotto?

Sempre più uomini indossano un fazzoletto nella tasca del cappotto.

Sinceramente troviamo che indossare una pochette nella tasca di un cappotto sia qualcosa di leggermente forzato, e generalmente tendiamo a sconsigliarlo.

Ma se la pensi diversamente, sappi che sarai comunque in buona compagnia.

Come posso personalizzare una piega? Ad esempio combinandone due insieme.

Esiste una piega per ogni occasione, e la maggior parte delle volte ti basterà scegliere tra la ampia offerta di quelle classiche.

Se però ti senti particolarmente ispirato, puoi benissimo provare a combinare e inventare nuovi look e stili, assicurandoti che il risultato finale sia sempre accettabile.

Esistono colori maggiormente indicati per occasioni più casual?

La teoria dei colori vuole che le tonalità più chiare siano generalmente considerate quelle più casual. Pensa a un abito grigio chiaro in confronto a uno più scuro.

La cosa importante è però cercare di abbinare correttamente il tuo abito con il tipo di carnagione e il colore dei capelli per ottenere un contrasto piacevole.

Per esempio, carnagione chiara e capelli scuri si abbineranno meglio ad un abbigliamento caratterizzato da un forte contrasto. Al contrario, carnagione chiara e capelli biondi saranno più adatti ad abiti con un livello di contrasto più smorzato.

Di quanti fazzoletti da taschino ho bisogno?

Si tratta di una scelta completamente soggettiva. Il minimo indispensabile è un fazzoletto in lino bianco, ma oltre quello tutto dipende dal gusto personale e dal budget a disposizione.

Puoi benissimo iniziare con uno, per poi aumentare il numero quando vedi dei modelli che ti piacciono, prendendo ispirazione da Blog specializzati, altre persone o semplicemente affidandoti alla tua immaginazione.

Una cosa da tener presente è che non serve spendere una fortuna in fazzoletti da taschino per ottenere delle belle combinazioni con tessuti di alta qualità.

Posso utilizzare un normale fazzoletto come pochette?

La risposta è sì.

È possibile utilizzare un fazzoletto di lino o di cotone come fazzoletto da taschino (assicurati che sia pulito), anche se le dimensioni possono rappresentare a volte una limitazione.

Come sappiamo, la prima cosa da evitare è quella di avere un eccessivo rigonfiamento nel taschino della giacca, e i normali fazzoletti possono risultare generalmente molto più grandi.

Quindi la risposta più corretta sarebbe: sì... ma le dimensioni contano.

Qual è il modo più appropriato di stirare un fazzoletto da taschino?

I fazzoletti da taschino possono essere stirati sulla parte interna, facendo attenzione a non stirare i bordi arrotolati a mano.

Per non correre rischi, utilizza un panno per impedire che si formino aloni sul tessuto.

I modelli con fantasie dovrebbero essere stirati sul retro, aiutandosi con il getto di vapore del ferro da stiro per le grinze più pronunciate e facendo comunque attenzione a eventuali fuoriuscite di acqua che possono creare macchie.

Le pieghe del fazzoletto esprimono degli aspetti della mia personalità?

Ogni tipo di piega ha il proprio momento, posto e umore per essere indossata.

Più la piega è pulita e strutturata, più assumerai un look formale e riservato. Tieni presente che un fazzoletto da taschino dallo stile riservato può aiutare a bilanciare un abito molto elegante.

Dall'altro lato, le pieghe meno strutturate risultano più casual e espressive.

Ancora una volta il contesto si conferma il punto centrale su cui costruire il proprio stile a seconda dell'occasione e dell'umore.

È rischioso rimuovere le etichette del fazzoletto da taschino?

Questo dipende dal modo in cui sono cucite. C'è sempre il rischio di lasciare il segno delle cuciture, quindi se proprio hai deciso di rimuovere l'etichetta premurati di farlo con attenzione e utilizzando un uncino da sarto o una sottile lama affilata.

Ricorda comunque che un fazzoletto da taschino somiglia un po' a un iceberg: il 90% della superficie è nascosta all'interno della tasca e non c'è alcun motivo di mostrare la parte con l'etichetta o quella con i segni delle cuciture.

Il tipo di taschino conta qualcosa?

Mentre la stragrande maggioranza delle giacche e dei blazer ha delle tasche a filetto, alcuni modelli più casual (italiani) possono avere tasche con patta, cucite sulla parte esterna della giacca anziché nel rivestimento interno.

Nelle giacche di questo tipo, la tasca tende generalmente ad avere dimensioni inferiori, con il risultato che un fazzoletto da taschino in lino o cotone creerà un rigonfiamento eccessivo.

Il taschino della giacca può avere rigonfiamenti o deve essere piatto?

L'obiettivo quando si indossa una pochette è quello di avere una tasca il più possibile piatta per non rovinare la propria silhouette. Un eccessivo rigonfiamento all'interno andrà ad influire negativamente sull'eleganza del tuo look. Proprio per questo motivo diventa importante considerare sempre le dimensioni della tasca prima di indossare il fazzoletto.

Esistono fazzoletti da taschino già piegati?

Proprio come succede per i papillon, esistono dei modelli già perfettamente piegati con l'aggiunta di una carta rigida che si adatterà alla tasca della giacca. Ricorda, che se ricorri a fazzoletti da taschino già piegati non potrai cambiare il tuo stile.

Come piegare un normale fazzoletto?

Puoi piegare un normale fazzoletto proprio come faresti con una pochette. I modelli in cotone hanno la stessa versatilità di un fazzoletto da taschino standard.

Tieni presente che i normali fazzoletti possono essere significativamente più grandi rispetto a quelli da taschino, e a causa dei materiali più spessi e grezzi a seconda della qualità, possono creare sgradevoli rigonfiamenti.

Come posso piegare un fazzoletto da taschino in stile "James Bond"?

I James Bond più famosi, Sean Connery e Daniel Craig, sono entrambi grandi appassionati di fazzoletti da taschino.

Il primo indossava sempre un modello bianco in lino, mentre il secondo abbinava un fazzoletto in cotone alle sue camicie bianche e blu.

Entrambi optavano per una Piega presidenziale, per uno stile semplice ed elegante.

Vuoi scoprire altre curiosità?

Se ti è piaciuto questo articolo, assicurati di ricevere una notifica non appena ne verrà pubblicato uno nuovo. Registrati qui sotto.

Ops! Abbiamo bisogno del tuo indirizzo email Ops! Indirizzo email non valido
Perfetto! Ti invieremo una notifica.
o
Perfetto! Ti invieremo una notifica.
Torna su

Opzioni di pagamento

Accettiamo le principali carte di credito e di debito. Contattaci in caso di domande.

Contattaci

06 9480 4997
Siamo disponibili dal lunedì al venerdì con orario 9-17

LASCIATI ISPIRARE E RICEVI OFFERTE SPECIALI VIA EMAIL

Ops! Abbiamo bisogno del tuo indirizzo email Ops! Indirizzo email non valido
Puoi annullare l'iscrizione in ogni momento

Sì!

Benvenuto in famiglia!

Riceverai la nostra prima email entro un paio di giorni.

© 2009-2018 | Trendhim.it | Tel: 06 9480 4997 - info@trendhim.it | Termini e condizioni | CSR | Stampa